Dipartimento di Discipline Odontostomatologiche

Contenuti del sito

Menu di navigazione - Torna all'inizio


Contenuto della pagina - Torna all'inizio


Assegnista

L'assegnista di ricerca è una figura professionale che riprende quella dell'assegnatario di borse post-dottorali, particolarmente diffusa in ambito internazionale. Essa è regolata dalla legge 449/1997[1], secondo cui l'assegnista di ricerca è un Dottore di Ricerca o laureato in possesso di curriculum scientifico professionale idoneo per lo svolgimento di attività di ricerca. L'assegno di ricerca viene attribuito mediante selezione pubblica, generalmente per titoli e colloquio, e la sua durata è stabilita a livello di Ateneo tipicamente variando tra i 6 mesi ed i 2 anni, con un limite massimo stabilito dalla legge in 4 anni, rinnovabile una volta.

Dottorato

Il dottorato di ricerca è un titolo accademico post lauream. E' stato introdotto nel sistema universitario italiano nel 1980 (legge 21 febbraio 1980, n. 28, D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382) e rappresenta il più alto grado di istruzione universitaria. Il dottorato e' il terzo ciclo dell'istruzione universitaria, secondo il processo di Bologna.

La qualifica accademica di dottore di ricerca, spettante a chi ha conseguito un dottorato, può dirsi corrispondente al titolo di PhD (acronimo di Philosophiæ Doctor) previsto nei paesi anglosassoni e a titoli analoghi presenti in altri paesi. Il perfezionamento rilasciato dalla Scuola Superiore Sant'Anna e dalla Scuola Normale Superiore di Pisa nonché il philosophy doctorate rilasciato dalla SISSA di Trieste e dal M-Node di Milano sono equipollenti per legge al dottorato di ricerca.